Cazzo, se sto male.

Non so se sto ingigantendo tutto, probabilmente un po si, ma non riesco a non farmi divorare dal mio vivere male ogni situazione.
Cosa succederebbe, realmente, se vomitassi davanti a D.?
Cosa succederebbe se piangessi davanti ai miei genitori?
Cosa succederebbe se dicessi alle mie compagne dell’università che io non esco mai il sabato, che non sono mai entrata in una discoteca e che non mi importa farlo?
Cosa succederebbe se dicessi “non sto molto bene” ad una festa?
Cosa succederebbe se decidessi di baciarlo io, per prima?
Cosa succederebbe se non volessi più sorridere quando non mi va di farlo?
Cosa succederebbe se uscissi di casa completamente struccata?
Cosa succederebbe se mi isolassi davvero, senza preoccuparmi di giuistificarmi ogni volta?

Insomma cosa succederebbe se mi lasciassi andare?
Se dicessi che sto male. Se lasciassi uscire tutto quel che mi tengo dentro?
Forse sospirerei di meno?
Forse piangerei meno dentro e più fuori?
E cosa accadrebbe se mi lamentassi anch’io? Se anch’io dicessi quel che voglio davvero?
Se tirassi fuori il fatto che “sei uno stupido perché non hai ancora capito che mi piaci tantissimo e che sto solo aspettando un pretesto per appoggiarmi a te, per farti capire cosa provo, per dirti che puoi lasciarti andare cor me, dirmi cosa c’è che non va, davvero.” ?

Cosa succederebbe se spiegassi che io gli psicofarmaci non li voglio, ma voglio stare bene lo stesso, e che non voglio una terapia che mi dia risultati nell’immediato, voglio cambiare, nel profondo. Voglio accettarmi e accettare il fatto che non sarò mai perfetta, che sono davvero bella così e che devo volermi bene per questo, per la mia sincerità, la mia tenacia, il mio coraggio e la mia pazienza.
Io voglio farmi stare bene.
Voglio piangere davanti agli altri e svuotarmi e vedere che cosa fanno.
Vorrei uscire con le lacrime agli occhi e non nascondermi.
Io voglio abbracciare il mio papà piangendo e dirgli che ho sempre voluto farlo, ma ho sempre avuto paura che mi giudicasse.
Vorrei baciare la mia mamma dicendole che lei non c’entra, che lei a me piace così, debole ma forte allo stesso tempo.
Vorrei dire alle mie amiche che sono davvero importanti, che io le penso quando penso ad una vacanza con qualcuno.
Vorrei lasciarmi andare alla vita, che è sicuramente bellissima, anche se dura.
Io voglio innamorarmi ancora, e non lasciarmi sfuggire l’occasione.
E non voglio i vostri incoraggiamenti, che quando sto male non servono a niente. Ho bisogno di trovare me stessa, di capire come sono e di volermi bene proprio per questo.

Voglio lasciami andare, ma per il mio bene, non per fuggire.

Annunci

7 thoughts on “

Add yours

  1. Anch’io sono un introverso, e tengo tutto dentro.
    Mi faccio decine di seghe mentali per non deludere gli altri. Ma davvero deludiamo gli altri se facciamo una brutta figura, se diciamo che una cosa non ci piace, se vogliamo vestirci o truccarci come piace A NOI?
    Ma dobbiamo piacere a noi o agli altri?

    Io un po’ sono riuscito a reagire, anche per motivi di lavoro: non posso mettermi a piangere, balbettare o nascondermi se devo parlare davani a una sala gremita. Magari lo faccio dopo.
    😉

    Difficile trovare una soluzione valida per ognuno. Fortunatamente siamo tutti diversi, e dunque le soluzioni sono sempre ‘personalizzate’.
    Forse bisogna volere un po’ più bene a se stessi, accettando i nostri limti, ma delimitandoli in modo netto.
    Sviluppare degli hobbies, fare una passeggiata o un po’ di footing, ascoltare la musica: anche le cose più semplici possono fungere da medicina, meglio di molti farmaci.

    Ciao

    K!

    Liked by 2 people

  2. Sono capitata per caso su questo post e non sono riuscita a fare a meno di leggerlo tutto.
    Penso che la maggior parte di noi, in realtà, provi esattamente le stesse sensazioni.
    Il bisogno di doversi scusare sempre e comunque per come si è, la necessità di dover indossare una maschera, il sentirsi costantemente inadeguati e l’insistenza nel voler nascondere il tutto dietro un sorriso, mentre all’interno si sta esplodendo.
    Eppure, nelle tue parole, ho sentito molta forza, moltissima volontà di cambiare e sì, la soluzione ce l’hai già in tasca ed è AMARSI.
    Amarsi perdutamente, amarsi in ogni più piccolo difetto, senza aspettare che lo faccia qualcun’altro perché quella non sarà mai la tua felicità reale e finirai per dipendere sempre da qualcuno.
    Amati perché sei unica e speciale, amati perché nessuno è fatto come te, amati semplicemente perché sei tu, bellissima e fortunata ad essere viva e ad essere come sei.
    Nessun’altro potrà mai conoscerti fino in fondo come te stessa: fai di te stessa la tua migliore alleata e non avrai limiti.
    Un salutone!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: