Che vuoi 

Mi sento un po’ antipatica a pubblicare cose sperando che qualcuno le legga e commenti, quando sono la prima che ultimamente non legge quasi più nulla di vostro. 

D’altra parte questo è il mio blog e posso farci quel che voglio. Sta a voi leggere e commentare o sbattervene e detestarmi. 

Non ho più molta voglia e tempo per leggere perché sono impegnata a vivere.

Sottolineo impegnata.  Perché probabilmente è una cosa da deboli e perdenti, ma mi richiede molto impegno vivere.

Quasi ogni giorno c’è una sfida o comunque una piccola difficoltà che devo affrontare: dal picolo attacco d’ansia perché la mente parte per la tangente, allo studiare in biblioteca con davanti un ragazzo, allo stare in mezzo a ragazzi a lezione, all’andare da sola a parlare con la prof… cose di vita quotidiana. 

Ecco per me la vita, quotidiana o più eccezionale che capiti di essere, è difficile da vivere. Spesso vorrei rintanarmi nelle mie difficoltà e fare tutto il più facile possibile, vorrei scomparire, vorrei non dover parlare, non dover spiegare, non dovermi vergognare, non dovermi fare vedere, scomparire. 

Ecco, ma per ora sembra aver prevalso il mio umano desiderio di vivere e di rischiare, pur di fare e di essere. 

Spesso penso, anzi sempre, che sarebbe stato tutto più facile e per certi versi meno tragico se avessi scelto di non vivere , di non ascoltare nessuno e di non mettermi in gioco, di lasciarmi cullare dalla leggerezza di non dover dipendere da niente, sapere che ci sei solo tu e solo tu puoi farti del bene, non puoi contare su altri e che dagli altri non riceverai niente… ma non sono ancora così.

Spesso però trovo buone ragioni per pensare di mollare, che in fondo non raggiungerò nessuna magnifica vetta e che riguardando indietro vedrò solo enormi rimpianti e tanta paura. 

A volte la realtà mi schiaffeggia e mi fa ricordare quanto piccola sono, quanto il mondo laffuori ha le unghie e che non si farà alcun problema nel cacciarmi dalla via più lucente. 

Perciò spesso ho paura del futuro, anche più immediato, ho quasi sempre paura del futuro e delle scelte che non saprò fare.

Mi sento così piccola, così giovane e inesperta, così fuori dal mondo vero che non so se saprò entrarci in modo positivo e produttivo.

E se non produco non sono niente, se non dimostro nemmeno a me stessa non farò nulla, i miei sogni svaniranno e cosa rimarrà di me se non il terrore di non essere mai abbastanza?

Oggi la prof mi ha chiesto cosa vorrei fare dopo questa laurea. Io ovviamente non ho saputo risponderle e mi sono sentita un po’ sconfitta, ho pensato che mi crederà una stupida sprovveduta probabilmente con dietro una famiglia che la tollera e non la sforza povera piccina. 

Ed è così. In fondo è così. Nei fatti sono così. 

E davvero non so dove mi condurrò, cosa diavolo penso di fare, quali qualità possono servire a fare cosa.

Non so niente.

Ho 21 anni e mi sembra di poter essere battuta in ogni momento.

C.

Annunci

14 thoughts on “Che vuoi 

Add yours

  1. Al posto di pensare alla GRANDE META FINALE, perché non ti poni dei piccoli obiettivi intermedi? Alla fine penso che poche persone abbiano in mente dove vogliono arrivare… con gli anni si cambia, si fanno esperienze che ci portano in direzioni diverse e la strada si costruisce mentre la percorri (mamma mia come sembro saggia).Boh almeno a me è successo e succede sempre così. Non ti è mai successo di cambiare percorso o fare scelte che ti hanno portato in posti diversi?

    Liked by 2 people

    1. Beh sì certo la scelta dell’università è stata una scelta dell’ultimo momento, cosa che conferma il fatto che non ho per niente le idee chiare e che non so cosa voglio davvero fare.
      Per quanto riguarda i piccoli obiettivi bah… mi sento fondamentalmente inadatta. E lo so che è una considerazione stupida e forse non veritiera, ma io SONO stupida

      Mi piace

      1. Mmm non condivido ľ affermazione sulla tua stupidità… conosco gente davvero stupida che se avessi modo di conoscerli ti metteresti le mano nel capelli (Gesù se ci penso mi viene male).
        Non penso tu sia inadatta ma molto timorosa nel prendere decisioni magari (?). Non so non ho più frequentati wordpress quindi dovrei un attimo aggiornarmi…

        Liked by 2 people

  2. Io vedo enormi progressi in quello che fai, ed è positivo che passi poco tempo qui perché sei impegnata a vivere…
    Io sto percorrendo una strada che mi terrorizza, che mi fa venire gli attacchi di panico, ma se vedo la il di qualche anno fa non avrebbe mai percorso questa strada, e secondo me è questa la più grande conquista

    Liked by 2 people

  3. C, il vero stupido non si fa domande e non vive di dubbi.
    Tu stupida non sei.

    Detto questo, non credere che tutti noi abbiamo certezza nel futuro senza esserne spaventati. A meno di non essere incoscienti.
    Una cosa alla volta, le mete le stai raggiungendo anche tu.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: