Just a moment

Ecco il momento. 

Sono tornata un’ora fa dall’università. Oggi lezione fino alle 18. Torno in treno. Abbiamo cominciato settimana scorsa. Sì! Mi piace! Cioè sapere di avere 3 giorni 8 ore piene, compreso il sabato mi fa venire l’abbiocco al solo pensiero, ma per ora farlo è stato meno faticoso del pensarlo. Come molte cose ultimamente.

È stato meno faticoso lo scrivere il primo capitolo della tesi in una settimana

È stato meno faticoso il viaggio per l’università in treno

È stato meno faticoso l’andare a racimolare libri per la tesi in lungo e in largo in preda al panico.

È stato meno faticoso il cominciare le lezioni nuove, in una nuova università con persone mai viste.

È stato meno faticoso pranzare assieme a delle sconosciute oggi. PARLANDO.

Invece è stato faticoso affrontare l’operazione di mia mamma. Almeno i primo 4 giorni. 

Ma giovedì ci ha detto che va tutto bene. Che le analisi sono andate bene.

*vado a mangiare. Sono le 19.33. Poi vedo se riesco a riprendere dato che poi vado a teatro.

Sì ho fatto in tempo perché abbiamo cenato apposta presto. Son le 20.09*

Non è stato facile scegliere la magistrale. Anche se in fondo sapevo quale delle 2 preferivo. Ed è quella che ho scelto. Che mi faceva paura per il coinvolgimento dello studente che richiede. Le prime impressioni sono comunque buone. Ho conosciuto qualcuno anche 🙂

Il mio iPod è morto. Lunedì lo porterò dai cinesi. Mi manca.

L’estate è stata (lol) a dir poco goduta. Cioè proprio bella. Una delle più rilassanti mentalmente dopo anni. 

Il fatto che stia man mano capendo che la gente non mi giudica tutto il tempo e che fondamentalmente chimmicaga mi ha fatto e mi sta facendo stare meglio. Nonostante sia stato un mese bello pieno e carico emotivamente, devp dire che durante sono stata contenta perché viva, mi viene da dire.

A metà mese ho addirittura contattato una mamma che mi aveva scritto per fare da baby sitter alla figlia. Purtroppo ho dovuto rifiutare perché abitavano troppo lontano. Però cacchio ero sorpresa di me e, di quel che avevo fatto e del mio stato d’animo . Cioè wow.

Com’è quando ho iniziato le lezioni. A parte che mangiare con altri non mi ha disturbato granché, ma anche il peso… quasi sembrava una lezione normale.

Oggi no. Oggi 8 ore davanti ad un pc si son fatte sentire.
Ho avuto davvero poco tempo. 

Tra un mese devo caricare la tesi online e vi lascio immaginare i miei pensieri in questo periodo: tesi; programma del nuovo anno, treno da non perdere; nuovi vestiti; parrucchiere.

Faccio fatica ad addormentarmi perché ho talmente tante robe che mi girano per la testa che ho fatto e che devo fare che per prendere sonno ci metto 40 minuti  (cosa rarissima per me).

Sono contenta di aver scritto.

Mi spiace che non riesco nenache più a sentire l’amica di wordpress con cui colloquio da un anno e mezzo ormai… sappi che non ti dimentico! 😘

E nulla. Domani dormo finché riesco. E resto a casa a cazzeggiare. A giocare con iPad, trapiantare i germoglicdi ciclamino che ho fatto crescere (ci sono tipo 30 piantine!!!), la ceretta, magari lo scrub e per finire in bellezza doccia pre cena. Ah e magari uno o due episodi di GOT che non vedo da 10 giorni. Devo cominciare la 5a stagione. Niente spoiler.
Un abbraccio.

C.
Ps:

Gloria dice che nonostante io non abbia tempo di pensare, lo faccio alla grande attraverso i sogni e scegliendo in automatico la playlist malinconica e triste senza saperne il perché. Praticamente non voglio urlare “Sto bene!” (E lo scrivo con cautela anche) perché poi chissà cosa potrebbe accadere!!! Meglio rimanere sempre un po’ nel malessere… che ci dà certezze e a volte ci fa pure comodo… confermate? 😉

Annunci

10 risposte a "Just a moment"

Add yours

  1. Da come scrivi mi sembri rinata. Sei splendente, son davvero contento.
    Bene per l’inizio della tesi, non capisco il cambio di ateneo. Era indispensabile?
    Ad ogni modo cambiare giro credo faccia bene a te (come a chiunque altro), ma nel tuo caso ti funge da reset per tante cose. Continua così, brava C (Cristina? Carmela? Communarda?)

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

C'era una volta Hollywood

❝Il cinema è la vita con le parti noiose tagliate.❞ A. Hitchcock

Lucy the Wombat

Sopravvissuta a un attentato a Parigi e rinata in Australia. Un blog su: disagio e cose belle, strani posti e creature, tanta meraviglia e un po' di assurdo. Con un vombato contro lo stress post-traumatico. Scrivo per me, per gli italiani in Australia e per gli umani sulla Terra.

Euridice, scrive. ______________________________________________

Euridice, scrive. E non sarà mai sola in questo dannato, caldo inferno.

PenniLein

Se nasci tondo è difficile che muori magro

Alice

Posso sognare di essere un supereroe?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: